In Franciacorta da Berlucchi e The Floating Piers

Sabato spumeggiante, tra le bollicine dorate della Berlucchi e l’ocra di The Floating Piers.

IMG_3348

Iniziamo con visita della celebre cantina in Franciacorta degustando brut, satin e rosè.

Una produzione proveniente da oltre 500 ettari di vigne coltivate a Chardonnay e Pinot Nero tra i 19 comuni della zona.

IMG_3366IMG_3371

“Nel 1961, a trent’anni, ho realizzato il mio sogno di studente: creare un metodo classico in una terra “nuova”: La Franciacorta. Esprimo la mia gratitudine a Guido Berlucchi, a Giorgio Lanciani e a tutte le persone che hanno condiviso con me questa buona avventura. Sono felice che dalla mia giovane intuizione sia scaturito un esempio di impegno e di serietà che ha trasformato in meglio un territorio considerato povero solo cinquant’anni fa. Il mio pensiero grato va, con immutato affetto, anche alla mia scuola di Alba, mentre la mia ammirazione è per quegli uomini di buona volontà che hanno seguito il mio esempio e contribuito a create, in cinque decadi soltanto, il fenomeno Franciacorta”

Così il proprietario Franco Ziliani presenta se stesso e l’azienda vinicola al mondo, come precursori del metodo classico in Italia. Un’intuizione che li ha portati ad essere oggi tra i leader del mercato.

IMG_3374

Ed è proprio questa storia che si respira nel caveau e tra i bicchieri in degustazione. Tutto riconduce a quel mitico anno 1961 in cui portarono il metodo classico in Italia: il nome dei vini, “61” appunto, così come le etichette, colorate con toni pop che ricordano le copertine dei dischi suonati a quell’epoca nei locali più in voga, dal Piper alla Capannina.

IMG_3313

Ci spostiamo poi a Sulzano per un pranzetto all’ hotel Riva Lago. Relax e ottimo cibo in uno splendido contesto dallo stile liberty, affacciato sull’acqua e, momentaneamente, sulle scintillanti passerelle galleggianti dell’installazione artistica The Floating Piers.

IMG_3351IMG_3347

THE FLOATING PIERS

Le opere d’arte che nascono dall’amore non possono che emozionare. Penso alla performance di Marina Abramovic, commossa e impassibile al Moma con gli occhi pieni di lacrime davanti ad Ulay, l’uomo di una vita.

Così pure The Floating Piers suggestiona e attrae, tanto da aver portato nella piccola località di Sulzano, sul Lago d’Iseo, migliaia e migliaia di persone da tutto il mondo.

IMG_3377

L’installazione è il sogno artistico dei coniugi statunitensi Christo e Jeanne-Claude, morta nel 2009. La coppia è celebre per essere tra i maggiori rappresentanti internazionali della Land Art e per aver realizzato opere in tessuto di grandi dimensioni intervenendo temporaneamente sugli edifici, sui monumenti e nei luoghi naturali più improbabili.

Alla ricerca di una meta per anni, The Floating Piers è stata fortemente voluta sul lago italiano da Umberta Gnutti Beretta, collezionista d’arte e moglie dell’imprenditore dell’omonima azienda di armi. Si sviluppa per 4,5 chilometri con 70.000 metri quadri di tessuto giallo cangiante sostenuti da 200.000 cubi galleggianti, articolati da Sulzano a Montisola e tutt’attorno la piccola isola di San Paolo, di proprietà appunto della famiglia Beretta.

Calpestabile (preferibilmente a piedi scalzi) e percorribile gratuitamente dal 18 giugno, ha visto la sua conclusione domenica 3 luglio. Sedici sono infatti i giorni di durata di tutte le realizzazioni di Christo e Jeanne-Claude.

Un grande impatto scenico, che si guadagnerà sicuramente un posto nella storia dell’arte contemporanea.

Per tutti coloro che non potranno più vederla rimane un piccolo gioiello lacustre a due passi Brescia circondato da borghi curatissimi, per un week end all’insegna del romanticismo in una splendida cornice di monti e valli.

IMG_3380

Guido Berlucchi & C. S.p.a.

Franciacorta, Lombardia, Italia

Piazza Duranti 4, 25040 Borgonato di Corte Franca (BS) – tel. 030 984381 

http://www.berlucchi.it

Hotel Rivalago

Lago d’Iseo, Lombardia, Italia

Via Cadorna 7, 25058 Sulzano (BS) – tel. 030 985011

http://www.rivalago.it

The Floating Piers

http://www.christojeanneclaude.net/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...