Borgo Finocchieto: album di nozze dalle colline senesi

Quante sfumature ha il verde?
Guardando i poggi toscani attorno a Siena, tante. Una moltitudine di tonalità dal felce al mirto, dal paglierino all’oliva, dal pino al mimetico, dal cinabro al muschio. Una tavolozza pittorica degna di un’opera d’arte en plein air di Monet.

IMG_2298
Incastonato in questo scenario idilliaco, il Borgo Finocchieto domina le colline del Chianti e del Brunello di Montalcino come un placido sovrano silenzioso, circondato da un immenso parco di gelsomini fioriti e lavanda.

IMG_2300
Questa meravigliosa residenza d’epoca del 1200 è stata interamente restaurata come proprietà privata per diventare poi un’elegante location di extra lusso: 4 ville indipendenti e una casa padronale con 22 suites all’interno, campi da tennis, basket e petanque, una suggestiva piscina ovale immersa nella natura, saloni da pranzo con travi a vista ed archi in pietra originale, terrazze e porticati affacciati sul giardino.


Grande charme d’ambiente accostato alla tecnologia e al confort, benefit che si ritrovano negli ipod con impianto surround presenti in ogni stanza, nella sala relax dotata di home teather e nella palestra attrezzatissima e fornita dei più evoluti macchinari per il cardio e il body building.
Molte anche le attività a disposizione degli ospiti, tra cui passeggiate a cavallo, corsi di cucina, benessere e relax in Spa, degustazioni ed visite alla scoperta di una regione ricca di storia e fascino.

IMG_2270

Un luogo sorprendente dunque sia per la bellezza che per il servizio, una cornice strepitosa resa ancora più magica da un matrimonio da sogno.
Si, perché se ho scoperto Borgo Finocchieto è grazie a due sposini mitici che l’hanno scelto per celebrare il loro amore.

Lei, venezuelana con l’art de divertissement nel sangue, lui, italiano conquistato dal calore sudamericano, hanno dato vita ad un matrimonio eclettico, in perfetto stile italiano ma contaminato da usanze e tradizioni latine, in un blend di romanticismo e divertimento scandito dal ritmo di violini rock ed uno scatenato reggaeton.

Regia diretta dall’estro creativo del wedding planner Enzo Miccio,
banqueting a cura dell’eccellenza gastronomica Guido Alciati, Ristorante Guido della Tenuta Contessa Rosa a Fontanafredda,
sopra tutto, un allestimento fiabesco con tende avorio, lanterne dorate, luci soffuse e lampadari chandelier, amalgamati in un gioco di colore dal viola al pervinca.

Tanti elementi, una grande meraviglia non facile da descrivere. Sfogliate la gallery qui sotto per lasciar che siano le immagini a raccontarvi meglio di tante parole!

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...