La Corsica del Sud vista dal mare

Le “Bocche” senza il vento non sarebbero le Bocche di Bonifacio.

Quel vento freddo di Maestrale, che arriva violento e prepotente da nord ovest portando terse giornate di sole e cavalloni spumeggianti.

Quel vento temuto e intimidatorio, che unito all’inospitale presenza di scogli affioranti sparsi qua e là ha causato naufragi e affondamenti, rendendo questo stretto di mare tra Corsica e Sardegna leggendario e conosciuto in tutto il Mediterraneo per la pericolosità della sua navigazione.

Quel vento artista e fantasioso, che ha levigato rocce, scavato golfi e modellato coste secondo la propria ispirazione.

IMG_7746

Uno dei modi più belli per scoprire l’estremo sud della Corsica è sicuramente via mare, con un’imbarcazione piccola che consenta di addentrarsi nelle calette piccole e nascoste e di percorrerla sotto costa. Mitico “Bambeni” è il nostro compagno di esplorazioni, un gommone Joker Boat 650 che ci ha portati in giro per baie stupende trascorrendo le giornate più divertenti dell’estate.

Sotto per voi, un racconto degli itinerari più belli.

SPIAGGIA DE LA TONNARA

Partendo da nord-ovest rispetto a Bonifacio si incontra La Tonnara, ciò che per me è la vera Corsica selvaggia. Una spiaggia vergine e spesso deserta di sabbia finissima abbracciata da un lato dal mare cristallino, dall’altro dalla vegetazione che, rigogliosa e profumata, si spinge quasi fino a riva.

IMG_8274
La Tonnara

Qui, per gli amanti della joie de vivre, suggerisco una visita da CHEZ MARCO. Ristorante sospeso sulla scogliera e affacciato sulla baia, ha un piccolo molo per l’approdo .. e una terrazza che offre un panorama impagabile! Piatti forti: l’aragosta e la bouillabaisse, accompagnati da un buon bianco o rosè corso, magari Clos d’Alzeto o Domaine Fiumicicoli.

Tonnara Plage, Rue de Sartene, 20169 Bonifacio – tel. +33 4 95 73 07 30

IMG_8222 (1)
Chez Marco

 

LE GROTTE DI BONIFACIO

Si trovano una a destra, l’altra a sinistra dell’imboccatura del porto. La prima è la grotta di Sant’Antonio, soprannominata “di Napoleone” per la forma particolare che ricorda il cappello dell’imperatore corso. La seconda è detta grotta dello Sdragonato, un minuscolo antro spettacolare dove il mare sfuma in mille varianti dal viola al blu e riflette le trame delle rocce che lo sovrastano. Sdraiatevi a guardare il cielo, scoprirete sopra di voi la sagoma della Corsica!

IMG_8388
La grotta dello Sdragonato

CAPO PERTUSATO

Descrivere la bellezza di questo promontorio è impossibile.Uno spettacolo di scogliere calcaree che si ergono a strati orizzontali da 60 a 90 m sull’acqua e si tuffano in un mare così turchese da togliere il fiato.Da una parte lo spettacolo di Bonifacio sospesa e il Granello di Sabbia, il grande blocco calcareo staccatosi dalla falesia e diventato simbolo del luogo; dall’altra l’isola di Sant’ Antoine, una strana protuberanza rocciosa a forma di sottomarino.

IMG_7765
Il faro di Capo Pertusato
IMG_7771
Bonifacio e il Granello di Sabbia
IMG_7643
L’Isola di Sant’Antoine

PUNTA SPERONE

Un’insenatura dall’acqua verde intenso affacciata sulle particolari costruzioni architettoniche di Sperone e sull’omonimo golf club.

IMG_7840
Punta Sperone

ISOLA PIANA

DSC_0142
Isola Piana

Acqua trasparente e sabbia bianchissima: questa lingua di spiaggia che unisce la Corsica all’ Ile de Piana non ha nulla da invidiare alle più blasonate dei Caraibi, consacrata a regno del windsurf e del kite per i bassi fondali e le forti correnti ventose. Ed è proprio il “surfer mood” che trova la sua miglior espressione hippy da CHEZ MOMO, una capanna di legno costruita in riva al mare dove tra musica dal vivo, ottime pizze e birra alla spina, si aspetta il momento più rilassante che la natura ci regala, il tramonto.

Buvette de Piantarella, Sperone, 20169 Bonifacio

IMG_8564
Il tramonto da Chez Momo

ARCIPELAGO DI LAVEZZI

Incredibilmente bello per il contrasto cromatico tra la terra arida, il granito roseo e il mare turchese, l’arcipelago di Lavezzi è un angolo di paradiso.

Inserito all’interno della Riserva Naturale delle Bocche di Bonifacio, conserva una natura intatta ed una fauna acquatica ricchissima. Tutt’attorno, enormi scogli levigati dal vento si presentano con forme bizzarre e fantastiche: volti, animali, elementi geometrici. Un quadro surrealista da ammirare lasciando libero sfogo alla fantasia.

L’isola di Lavezzi è completamente disabitata. Solitaria e a tratti mistica, porta il leggendario ricordo del naufragio della Semillante nei due grandi cimiteri commemorativi delle centinaia di marinai morti il 15 febbraio del 1855 durante un affondamento sulla rotta verso Crimea.

IMG_5741
Il faro di Lavezzi
IMG_7857
Le Piscine
IMG_7471
L’iL’isola e i massi di granito

 

Un’altra rada spettacolare è SAN BAINZU, cava romana di granito che conserva ancora oggi grandi lastroni di pietra tagliati e abbandonati nel mare.

IMG_4597

Ciascuno di questi angoli ha la sua particolarità, nessuno assomiglia all’altro ma una cosa li accomuna: il potere magnetico della Corsica di respirare un profondo senso di infinito e di libertà.

IMG_5958

Navigando nel Sole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...